Rieccoci! E con due notizie!

Pur con un giorno di ritardo, riecco il blog sull’inserimento lavorativo nelle vostre caselle mail e online con due notizie.

La prima è che Federsolidarietà Puglia ha calendarizzato per il 24 gennaio prossimo un seminario di approfondimento sul libro verde, che si concentrerà in particolare sui temi “inserimento lavorativo, mercato e impresa” e  “le alleanze, le reti, i rapporti“. E’ prevedibile che nei prossimi giorni altre Federazioni annunceranno iniziative analoghe; nella pagina “Le iniziative delle Federazioni regionali” sarà sempre possibile individuare il calendario aggiornato. Sempre in tema di iniziative si ricorda l’appuntamento del 20 gennaio con il seminario di Roma sulle buone prassi di sussidiarietà.

Ma veniamo alla seconda notizia. Con il contributo decisivo di Federsolidarietà il 20 dicembre scorso il Consiglio Regionale della Regione Liguria ha approvato con voto bipartisan un emendamento alla legge finanziaria regionale che prevede che la Regione e gli Enti ad essa collegati, Aziende sanitarie incluse, riservino alle cooperative sociali di tipo B una quota pari ad almeno il 5% di forniture di beni e servizi di importo inferiore alla soglia comunitaria; l’emendamento inoltre fa cenno, pur in modo meno cogente, alla volontà di valorizzare le clausole sociali anche su affidamenti sopra soglia, secondo quanto previsto dal D.Lgs 163/2006. Certo, l’esperienza ci dice che il mero conseguimento di dispositivi di questo genere non è di per sé risolutivo: è necessario invece che sia seguito da un lavoro certosino sia con la parte politica che con i tecnici dei settori coinvolti per far sì che la previsione si traduca in atti effettivi. E’ quindi assai positivo il fatto che già siano previsti successivi incontri tra Federsolidarietà e la Regione Liguria per definire le modalità di implementazione della norma. Ma il considerare l’emendamento un punto di partenza e non di arrivo nulla toglie all’importanza di questo passaggio, un segnale chiaro di come attraverso un’efficace azione di lobbying anche nel 2011 sia possibile far maturare nuove disponibilità, sul fronte istituzionale, verso le potenzialità della cooperazione B nell’inserire persone svantaggiate. E questo segnale non è unico, come vedremo nei prossimi giorni…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...