Un film sulla cooperazione sociale di inserimento lavorativo

Dopo il successo di Si può fare, un nuovo film che racconta la cooperazione sociale di inserimento lavorativo. Si tratta di 40%. Le mani libere del destino, realizzato da una cooperativa sociale torinese, Arcobaleno.

40% racconta la storia di Lucio, un ragazzo “difficile” che tenta di riscattarsi da una vita vissuta nell’anonimato della periferia e dai problemi avuti con la droga e con la legge. Dopo essere uscito da una comunità di recupero, il protagonista inizia a lavorare in una cooperativa sociale, dove incontra moltissime persone con alle spalle storie di vita difficile quanto la sua. Non senza difficoltà e conflitti, Lucio cerca di integrarsi nel gruppo, riuscendo a scrollarsi di dosso la pesante eredità del suo passato proprio grazie al sostegno dei suoi compagni.

40% si avvale dell’interpretazione di attori esordienti e degli stessi lavoratori della cooperativa, ma compaiono anche gli interventi del presidente del Brasile Luis Ignacio Lula da Silva, del premio Nobel per la Pace Rigoberta Menchù, di Beppe Grillo e Michele Santoro, oltre all’amichevole partecipazione di Luciana Littizzetto. Ascolta qui un’intervista a Luciana Littizzetto sul film (a partire dal minuto 23:50), un vero spot per la cooperazione sociale.

Il film è accompagnato da musiche di Modena City Ramblers, Africa Unite, Alchimie Mediterranee, Spadara, Arsenico, Tequila’s Mind, Max Maber, Orkestar, Baby Blue. 40% ha ricevuto dalla Commissione di Revisione Cinematografica il riconoscimento della qualifica di “film per ragazzi”, “per i messaggi positivi ed educativi che trasmette”, ed è inoltre stato selezionato come rappresentante italiano all’Europa Film Festival del 2003.

Annunci

7 risposte a “Un film sulla cooperazione sociale di inserimento lavorativo

  1. Pingback: 40% in giro per l’Italia | La cooperazione sociale per l'inserimento lavorativo

  2. Anche noi saremmo interessati ad una proiezione nella nostra zona (Valchiavenna – Sondrio) … difficilmente credo che questo film arriverà nelle sale attraverso i normali circuiti di distribuzione.
    Come fare?? Grazie!

    • Ciao Bianca, in questo momento non so risponderti, stiamo definendo un contratto di distribuzione nazionale. Se vuoi possiamo sentirci i primi di febbraio per capire se possiamo far qualcosa.
      il mio cellulare è 3356514214
      Grazie

  3. Grazie per i complimenti. Devo dire che effettivamente è stata un’esperienza intensissima e ben si presta per avviare discussioni su molte questioni che riguardano l’esperinza delle coop soc B.
    Il film attualmente è stato acquisito da una piccola società di distribuzione che lo ha inserito in due festival, al sottodiciotto film festival di Torino con proiezione prevista per il ven 10/12 alle 18.00 al cinema Massimo e al festival Cinema e Lavoro di Terni con proiezione prevista per il 17/12 alle 21.30.
    Per quanto riguarda altre sale in giro per l’italia bisognerà attendere che la distrubuzione faccia il suo corso. Mi dicono che ci vorranno alcuni mesi, dopodichè saremo liberi di organizzare proiezioni ad hoc.
    Ciao

  4. Molto interessante !! come si può fare per organizzare delle proiezioni nella propria città ? potrebbe essere un modo interessante di avviare un dibattito

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...